C A SE   R   M A       S  A    N  I

L'impostazione plani-volumetrica propone una distribuzione delle superfici residenziali dislocate sia sull'asse principale est-ovest sia sugli elementi trasversali ad esso. Il corpo di fabbrica principale viene pensato come un elemento longitudinale compatto sui fronti di accesso e rarefatto in corrispondenza del centro dell'area e nell'intersezione con i volumi preesistenti.

Questo primo segno, di valenza territoriale, rappresenta la matrice dell'intero sistema urbano. In contrapposizione a questo fronte di nuova edificazione, il progetto propone sull'altro fronte prospiciente la strada interna, il rafforzamento della cortina edilizia esistente, formata dagli edifici 1, 8, 13, 15, 20, attraverso la predisposizione di due nuovi corpi di fabbrica che corrono paralleli alle preesistenze, ridefinendo un ordine spaziale riconoscibile.

.
.
.